PROGETTI

Progetto Impresa Sanitaria Alfa 88 S.r.l.- – POR FESR 2014/2020 – Avviso Pubblico “Life 2020”.

Il progetto di investimento della Casa di cura è finalizzato al potenziamento del percorso assistenziale del paziente attraverso l’implementazione tecnologica dell’Unità di fisiokinesiterapia (Presidio di recupero e riabilitazione funzionale) e dell’Unità di Radiologia (Diagnostica per immagini), con il supporto e l’approvazione del FESR alla domanda Prot.n. A0112-2016-13159 – CUP F83 G17000670007

– POR FESR 2014/2020 – Avviso Pubblico “Life 2020” di cui alla Det. n. G08726 del 29 luglio 2016 – Progetto Semplici. In particolare:

  • FISIOKINESITERAPIA: La società si pone come obiettivo l’implementazione del settore di idroterapia e di fisiokinesiterapia e, oltre alla ricerca di nuove e sempre più qualificate professionalità operanti nel settore, ha sviluppato un progetto per incrementare la propria dotazione tecnologia e quindi la propria capacità produttiva, in termini non solo quantitativi ma anche e soprattutto qualitativi. Il nuovo centro per la fisiokinesiterapia, in particolare, garantisce il percorso post-operatorio del paziente ed è focalizzato sulla cura di patologie Ortopediche (scoliosi, distorsioni, lussazioni, artrosi, lesioni muscolari, fratture, lesioni tendinee, infiammazioni, etc.), Neurologiche (paralisi celebrali infantili, sclerosi multipla, patologie neuro- muscolari, ictus, e altre patologie neurologiche che danneggiano la capacità di movimento delle persone affette), Reumatologiche (sponditi anchilosanti, artriti reumatoidi, Cardiovascolari (es. malattie coronariche),Respiratorie (indebolimento dei muscoli toracici causato da immobilizzazione prolungata attraverso una terapia basata sul movimento, utilizzata anche per la riabilitazione post traumatica o post operatoria). In ambito ortopedico l’investimento in apparecchiature per la mobilizzazione passiva e attiva rappresenta un potenziamento, volto al completamento del percorso terapeutico offerto dalla stessa, in una stretta connessione con la realtà territoriale che a livello sanitario pubblico è attualmente troppo congestionata per poterne assorbire la domanda. La struttura può oggi offrire ai propri pazienti un Ecocardiografo Vivid E ed a breve sarà reso disponibile anche un Laser Crystal Yag. 

  • RADIOLOGIA (DIAGNOSTICA PER IMMAGINI): L’Unità di Radiologia, il cui iniziale sviluppo è avvenuto nel 2014 grazie all’installazione di una TAC 64 strati trasformata, nel secondo semestre dell’anno 2016, in TAC a 128 strati, è stata ampliata in maniera sostanziale sia a supporto degli interventi chirurgici sia in relazione ai servizi ai pazienti esterni e degenti della casa di cura con l’inserimento in particolare di un ecografo di ultima generazione e con l’introduzione dell’innovativa risonanza magnetica GE Signa Voyager, per l’installazione della quale la Casa di cura ha effettuato tutte le ristrutturazioni edili necessarie tra cui anche la gabbia di Faraday.

Progetto Semeiologico romano S.r.l. – POR FESR 2014/2020 – Avviso Pubblico “Life 2020”.

Il Poliambulatorio Semeiologico Romano è una struttura da sempre vocata all’utilizzo di tecnologie all'avanguardia, con un approccio al servizio sanitario di tipo multidisciplinare.

L’investimento che si intende realizzare fa parte di una strategia operativa volta al potenziamento dell’attività diagnostica in ambito Senologico, attraverso il potenziamento e il consolidamento della stessa, in una stretta connessione con la realtà territoriale, ponendosi come “polmone flessibile” per assorbire la domanda, dotandosi di strumenti biomedicali di diagnostica innovativi.

In questa prospettiva, con il supporto e l’approvazione del FESR alla domanda Prot.n. A0112-2016-13161 -CUP F83G1700068007 – POR FESR 2014/2020 – Avviso Pubblico “Life 2020” di cui alla Det. n. G08726 del 29 luglio 2016, è stata deciso di rivedere la dotazione biomedicale all'interno del Poliambulatorio, ed è stata previsto un ampliamento parziale dei servizi offerti nel settore dell’attività di diagnostica per immagini.

L’investimento in questa nuova realtà fonda le sue radici sulla volontà programmatoria aziendale che vuole aprire l’offerta ad un comparto in cui la forte crescita del fabbisogno diagnostico è attualmente poco assorbita dall’offerta del Sistema Sanitario Regionale, le cui possibilità di risposta alla crescente domanda sono ostacolate da infrastrutture troppo congestionate.

Il Poliambulatorio si pone all’interno della filiera quale utilizzatore delle tecnologie innovative in ambito diagnostico: per offrire un servizio innovativo e potenziato al paziente, il progetto, approvato dal FESR, ha previsto l’acquisizione e la messa a disposizione ai pazienti due Holter, uno cardiaco e uno Pressorio, oltre che ad un investimento legato alla branca di diagnostica senologica effettuato grazie all’introduzione nel “parco“ macchine di un Mammografo Hologic e di Ecografo Samsung.   

Grazie a questi investimenti che andranno a completarsi con la stazione di refertazione Hologic le prestazioni saranno svolte non solo dai professionisti esistenti ma anche da nuovi intercettati, altamente qualificati e disponibili a lavorare presso la struttura. L’obiettivo, pertanto, è anche quello di rendere possibile l'innovazione tecnologica che consenta da un lato ai professionisti di disporre di strumenti sempre più validi nella formulazione di una diagnosi e, dall'altro, di garantire ai pazienti l'appropriatezza delle cure nonché una risposta completa, economica e immediata. Tale investimento risulta necessario a fronte di una elevata richiesta dei servizi in oggetto. In particolar modo la diffusione delle attività votate alla prevenzione comporta un incremento di richiesta da parte del paziente e l’inserimento di questi macchinari permette di soddisfare nel miglior modo possibile le loro esigenze. In termini occupazionali, infine, l'incremento di capacità produttiva ha comportato la necessità di incrementare il numero di professionisti medici e la segreteria, inseriti nel proprio organico per rendere la capacità produttiva sempre “disponibile”.

Sito web aggiornato al 15.11.2019

Servizio di accoglienza
anche in lingua inglese
 
Welcome service
also in English